UMWEG

Collana di Filosofia Contemporanea
Issn: 2499-6041

Umweg indica, in tedesco, il giro lungo o la via traversa su un cammino altrimenti lineare. Il termine contiene un riferimento all’indugiare, al cambiamento di traiettoria, alla conversione – concetti costitutivi del pensare filosofico. La collana Umweg intende costruire, con le sue proposte di traduzioni e saggi originali, una mappatura della ricerca filosofica con un’attenzione specifica al contesto tedesco, dove i percorsi segnati dalla filosofia si distinguono per interdisciplinarietà e originalità. In quest’area, già da tempo la filosofia incrocia le scienze culturali, l’antropologia, la linguistica e la letteratura, dando vita a una costellazione di studi che, se da un lato rappresenta un “lungo giro” (un Umweg, appunto) della filosofia “pura”, dall’altro ne segna l’estrema vitalità e apre a nuovi problemi e prospettive di ricerca – nei Dipartimenti come nel dibattito pubblico. La collana presenta, dunque, un taglio specificamente contemporaneo e punta a offrire una panoramica sulle evoluzioni della filosofia nel contesto internazionale italo-tedesco, con l’aspirazione di stimolare e arricchire il dibattito filosofico attuale in entrambi i paesi.

In particolare, la collana si distingue per la scelta di puntare sul piccolo formato prediligendo testi brevi e incisivi, allo scopo di valorizzare una circolazione più ampia e sperimentale di contenuti filosofici originali. Le tipologie contemplate sono, da un lato, le traduzioni di saggi brevi dal tedesco all’italiano e, dall’altro, le brevi monografie (in lingua italiana o tedesca) incentrate su autori, temi e problemi della tradizione contemporanea italiana e tedesca.

Tutte le pubblicazioni sono soggette a review preliminare da parte dei direttori di collana e, successivamente, dell’Advisory Board.

Direzione:

Federica Buongiorno (Università degli Studi di Firenze, Italia), Roberto Esposito (Scuola Normale Superiore, Pisa), 

Libera Pisano (Universitat Pompeu Fabra, Barcelona, Spagna), Christoph Wulf (Freie Universität Berlin, Germania).

Advisory Board: 
Andreas Arndt (Theologische Fakultät, Humboldt Universität zu Berlin, Germania), Wolfgang Braungart (Fakultät für Linguistik und Literaturwissenschaft, Universität Bielefeld, Germania), Stefano Besoli (Dipartimento di Filosofia e Comunicazione, Università di Bologna, Italia), Francesca Brencio (Università di Siviglia), Vincenzo Costa (
 Università Vita-Salute San Raffaele, Milano, Italia), Massimo De Carolis (Dipartimento di Scienze umane, filosofiche e della formazione, Università di Salerno, Italia), Dina Emundts (Institut für Philosophie, Universität Konstanz, Germania), Manuele Gragnolati (ICI Berlin, Germania/ Paris IV – Sorbonne, Francia), Linda Hentschel (Kunsthochschule Meinz, Germania), Sybille Krämer (Institut für Philosophie, Freie Universität Berlin, Germania), Roberta Lanfredini (Dipartimento di Lettere e Filosofia, Università degli Studi di Firenze, Italia), Giovanni Leghissa (Filosofia e Scienze dell’Educazione, Università degli Studi di Torino, Italia), Enrica Lisciani Petrini (Dipartimento di Scienze Umane, Filosofiche e della Formazione, Università degli Studi di Salerno), Steve Redehead (School of Communication and Creative Industries, Charles Sturt University, Australia), John Scanzoni (Department of Sociology, University of Florida, USA).