© 2018 - by Inschibboleth edizioni

di Inschibboleth soc. coop. 

info@inschibbolethedizioni.com

  • Facebook - White Circle
  • Twitter - White Circle
  • YouTube - White Circle

Zeugma | Proposte | 6

 

 

Armando d’Ippolito

 

Arte e metafisica delle forme

Creazione. Crisi. Destino

 

Collana Zeugma | Proposte

Anno 2016

ISBN: 9788898694310

Pagine: 286

Formato: 15x21 cm

Prezzo € 20,00

 

 

 

Compra cartaceo su IBS

Compra cartaceo su Amazon

 

Compra ebook su Google Play

Compra ebook su Torrossa

Dalla quarta di copertina:

 

In principio è il sorgere del significato filosofico del termine greco εἶδος, rimarcante la forma, chiara e definita, indicativa dell’aspetto in cui ogni singolo ente del mondo si dà all’apparire. Tale aspetto, nella sua consistenza prima e originaria, viene a coincidere con l’essere, da parte della cosa che appare, un questo qui (τόδε τι) di cui poter dire: è. Il reale appare come teatro dell’infinito disseminarsi del Tutto in forme intese in siffatta maniera. Dall’antica filosofia greca, i cui riverberi vengono rintracciati, in epoca moderna, presso la critica artistica di J.J. Winckelmann, la letteratura di F. Hölderlin e quella di Novalis, si procede attraverso la poesia di W. Blake, l’estetica di E. Munch e la letteratura di H. von Hofmannsthal, sino ai contributi filosofici e pittorici offerti da V. Kandinskij, A. Schönberg, K. Malevič e F. Marc, rinnovando, ogni volta, l’inquietudine della domanda: si può dimostrare di esser certi della saldezza di questa struttura, per la quale il Tutto sia da pensare già da sempre salvo dalla minaccia dell’indistinto, poiché già da sempre tenuto in forma come da una sorta di giustizia cosmica?
 

Sull'autore:

 

Armando d’Ippolito (1990) è Dottore Magistrale in Scienze Filosofiche (Università Vita-Salute San Raffaele, Milano). Studioso di metafisica ed estetica, si occupa principalmente del pensiero greco, da Omero ed Esiodo a Platone e Aristotele, passando per l’intera tradizione filosofica presocratica, nonché della letteratura e dell’arte di età moderna e contemporanea. Ha tradotto e curato, di recente, passi della Teogonia di Esiodo e la raccolta integrale dei frammenti di Anassagora.

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Potrebbe interessarti anche
Please reload