© 2018 - by Inschibboleth edizioni

di Inschibboleth soc. coop. 

info@inschibbolethedizioni.com

  • Facebook - White Circle
  • Twitter - White Circle
  • YouTube - White Circle

Point d'orgue | 3

 

 

Bruno Moroncini

 

L’etica della cenere

Tre variazioni su Jacques Derrida

 

 

Collana Point d'orgue

Anno 2015

ISBN: 9788898694181

Pagine: 130

Formato: 12x18 cm

Prezzo € 16,00

 

 

 

Compra cartaceo su IBS

Compra cartaceo su Amazon

 

Compra ebook su Google Play

Compra ebook su Torrossa

 

Dalla quarta di copertina:

 

Cenere è il nome della verità, di quel che resta della verità, del fatto che la verità è sempre nulla più di un resto. Che cos’è la verità se non il fuoco che brucia, ciò che lascia il marchio, l’olocausto impossibile di cui attraverso il resto della cenere facciamo costantemente il lutto? Che cos’è cenere se non il nome della sopravvivenza di una verità morta, bruciata, differita, mai stata presente. E tuttavia sempre pronta a riaccendersi sia per bruciare gli assassini che per riscaldare i cuori? Ma Cenere era anche altro: era il resto e la sopravvivenza della verità di Auschwitz, resto e testimonianza muta dei corpi bruciati dei gasati; di cui, non lo si dimentichi, non doveva restar nulla, nessuna prova, nessuna testimonianza dello sterminio. Di questo nulla resta solo la cenere, un resto che non resta, che si disperde; un resto vulnerabile, facilmente manipolabile, di cui in ogni momento si può smentire e revocare in dubbio la testimonianza, attaccando la sua credibilità e la sua autenticità.

 

Sull'autore:
Bruno Moroncini insegna Filosofia morale presso l’Università degli studi di Salerno. Si occupa di filosofia contemporanea e in particolare dei rapporti fra filosofia e psicoanalisi. Fra i suoi libri più recenti: L’autobiografia della vita malata. Benjamin, Blanchot, Dostoevskij, Leopardi, Nietzsche, Moretti&Vitali, Bergamo 2008; Il lavoro del lutto. Materialismo, politica e rivoluzione in Walter Benjamin, Mimesis, Milano 2012; Lacan politico, Cronopio, Napoli 2014.

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Potrebbe interessarti anche
Please reload