© 2018 - by Inschibboleth edizioni

di Inschibboleth soc. coop. 

info@inschibbolethedizioni.com

  • Facebook - White Circle
  • Twitter - White Circle
  • YouTube - White Circle

Au dedans | 8

 

 

Miguel Abensour

 

L’utopia da Thomas More

a Walter Benjamin

 

tr. it. di Giuseppe Pintus

 

 

Collana Au dedans, au dehors

Anno 2015

ISBN: 9788898694167

Pagine: 156

Formato: 15x21 cm

Prezzo € 18,00

 

 

 

Compra cartaceo su IBS

Compra cartaceo su Amazon

 

Ebook non disponibile

 

 

Dalla quarta di copertina:

 

Thomas More, Walter Benjamin?
Riunire questi due nomi in una stessa costellazione un po’ insolita può sorprendere. Rari sono infatti gli elementi che sembrano avvicinarli, se non forse l’essenziale, vale a dire l’utopia. Non si tratta per questo di scoprire una derivazione finora sconosciuta né di pretendere di scrivere una storia dell’utopia rispetto alla quale Thomas More rappresenterebbe il principio e Walter Benjamin il compimento. Se è vero che Thomas More con Utopia è l’inventore di un nuovo dispositivo retorico con il quale tenta un intervento inedito nel campo politico, Walter Benjamin non rappresenta affatto il compimento della tradizione utopica che, sotto diverse forme, ha continuato e continua a manifestarsi dopo di lui. Il nostro progetto consiste piuttosto nel cogliere l’utopia in due momenti forti del suo destino: da una parte nel suo risveglio, e poi, dall’altra, di fronte all’estremo pericolo, davanti a ciò che Walter Benjamin chiama «la catastrofe». M. A.

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Potrebbe interessarti anche
Please reload