Quaderni dell'Archivio Giuridico Sassarese | 7



Francesco Meglio

Sul contenuto c.d. «negativo» del testamento tra formula descrittiva e categoria precettiva

Collana Quaderni dell'Archivio Giuridico Sassarese

Anno 2022

ISBN: 9788855293143

Pagine: 160

Formato: 17x24 cm

Prezzo € 18,00

Acquista cartaceo su IBS

Acquista cartaceo su Amazon




 

Dalla quarta di copertina:

Negli ultimi tempi la dottrina civilistica ha conosciuto un rinno- vato interesse e una notevole sensibilità per il diritto successorio – dopo una lunga stagione di stasi – favorito dall’impegno a esso dedicato da valenti studiosi, anche della nuova generazione. Tale circostanza ha avuto il pregio di recuperare all’istituto testamentario lo spazio che merita, riaffermandone l’idoneità a regolare i rapporti patrimoniali e no dell’ereditando, ed evidenziandone la capacità di appagare molteplici istanze, molte delle quali prima facie non parrebbe corretto associarle all’atto di ultima volontà. Tra queste, si segnalano le disposizioni di segno negativo, ossia quelle con le quali il testatore pone un divieto. Il presente lavoro si prefigge di indagare la solidità dogmatica dell’espressione «contenuto c.d. negativo del testamento», allo scopo di definirne lo statuto disciplinare. L’analisi muove dai temi della questione testamentaria, per poi incentrarsi sul fondamento, sui caratteri delle disposizioni rientranti in tale categoria e sul ruolo dell’interprete che si imbatta in disposizioni di tal fatta.


Francesco Meglio ha conseguito il titolo di dottore di ricerca in «Persona, Mercato, Istituzioni» presso il Dipartimento DEMM dell’Università degli Studi del Sannio. Ha pubblicato numerosi saggi, commenti alla giurisprudenza, recensioni e altri scritti minori, con particolare riguardo al diritto delle successioni, della famiglia e dei contratti.


 


Potrebbe interessarti anche