© 2018 - by Inschibboleth edizioni

di Inschibboleth soc. coop. 

info@inschibbolethedizioni.com

  • Facebook - White Circle
  • Twitter - White Circle
  • YouTube - White Circle

Call for papers n. LIX/1 - Pensare con Cusano

Call for papers n. LIX/1 - Pensare con Cusano

 

 

Scadenza: 15 febbraio 2020

 

La redazione della rivista di filosofia «Il Pensiero» seleziona contributi originali in forma di saggi e recensioni per il fascicolo dedicato al tema:

 

Pensare con Cusano

 

Il termine ultimo per la presentazione dei contributi è il 15 febbraio 2020; la risposta sarà comunicata dalla redazione entro il 15 marzo 2020.

 

 

L’uscita del fascicolo è prevista per maggio 2020.

 

 

Riscoperto agli inizi del Novecento come il punto di passaggio decisivo dal medioevo all’età moderna, Niccolò Cusano (1401-1464) è il pensatore più importante e significativo del Quattrocento. Figura di dimensione europea e spirito profondamente ecumenico, a partire dagli studi di Ernst Cassirer Cusano è stato in effetti ripetutamente considerato come un autore fondamentale per comprendere la genesi della filosofia moderna, e questo a motivo di una serie di temi che si intrecciano strettamente l’un l’altro nella sua riflessione: la sua originale speculazione filosofica e teologica, che prende le mosse da un’analisi «trascendentale» della natura e delle condizioni di possibilità del sapere umano e che percorre una strada diversa da quella seguita dall’onto-teologia scolastica; una visione della realtà che ripensa il primato della sostanza della tradizione aristotelica e fa della relazione la categoria ontologica universale; una nuova visione dell’uomo e della creatività dello spirito umano, strettamente congiunte all’idea del carattere ineliminabilmente «prospettico» e congetturale di ogni forma di conoscenza; un’interpretazione del cristianesimo come religione di pace, impegnata nella promozione del dialogo fra le diverse culture e fedi storiche; la nuova immagine di un universo infinito, omogeneo e privo di un centro fisso, che scardina la concezione del mondo della tradizione antica e medievale, introducendo alcune tesi cosmologiche che anticipano la rivoluzione copernicana; il programma di un’indagine scientifica della natura fondata non più sulla tradizionale filosofia delle essenze, ma su un metodo sperimentale di misurazione quantitativa, ecc. Dall’altro lato, in anni più recenti si è potuto anche vedere in Cusano un’«origine del moderno» che ha cercato di tenere insieme ciò che, nel corso della successiva cultura filosofica europea, ha finito per separarsi in opposti che si sono contrapposti frontalmente (ermeneutica e ontologia, idealismo e realismo, creatività del soggetto e manifestatività dell’essere, il trascendentale e lo storico, l’universale e il singolare, ecc.). È a questo versante che guarda in particolare il fascicolo, con l’obiettivo di riproporre, con Cusano, un autore fondamentale per comprendere la genesi dell’età moderna e, ad un tempo, per ripensarne criticamente alcuni dei suoi esiti. Lungo entrambi i versanti, ci si propone di rintracciare argomenti significativi anche per l’arricchimento della discussione filosofica odierna che spesso vede alcune delle voci più significative riprendere temi originali e tipici della speculazione cusaniana.

 

Il fascicolo sarà a cura di Marco Moschini ed Enrico Peroli e alcuni tra i contributi tematici saranno scelti tramite Call for Papers. La proposta di saggi per la pubblicazione deve essere inviata alla redazione della casa editrice in formato elettronico all’indirizzo redazione@inschibbolethedizioni.com. L’articolo deve rispettare le norme redazionali che si trovano in fondo alla presente pagina. Nella mail che accompagna l’articolo gli autori devono dichiarare che il loro testo non è mai stato pubblicato, né simultaneamente sottoposto o già accettato per altre pubblicazioni. I saggi potranno essere in una lingua a scelta tra italiano, inglese, francese, spagnolo, tedesco e di massimo 45000 battute, spazi e note incluse; dovranno, inoltre, essere accompagnati da un abstract di massimo 1000 battute in italiano e in inglese (l’abstract non è richiesto per le recensioni).

Dopo la prima lettura, la redazione invia la proposta di articolo per un esame critico a due lettori anonimi (peer review) per la valutazione dei contributi proposti per la pubblicazione. Gli esiti della valutazione (accettato, rifiutato, proposta di modifica) vengono comunicati in seguito all’autore. Le recensioni saranno valutate dalla redazione senza referaggio.

 

 

 

Norme redazionali

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Potrebbe interessarti anche
Please reload