© 2018 - by Inschibboleth edizioni

di Inschibboleth soc. coop. 

info@inschibbolethedizioni.com

  • Facebook - White Circle
  • Twitter - White Circle
  • YouTube - White Circle

Call for papers n. LVII/2 - Da Vico a Dante. Ripensare la tradizione italiana oggi

Scadenza: 15 Ottobre 2018

 

La redazione della rivista di filosofia «Il Pensiero» seleziona contributi originali in forma di saggi e recensioni per il fascicolo dedicato al tema

 

Da Vico a Dante. Ripensare la tradizione italiana oggi

 

Il termine ultimo per la presentazione dei contributi è il 15 ottobre 2018; la risposta sarà comunicata dalla redazione entro il 12 novembre 2019.

L’uscita del fascicolo è prevista per dicembre 2019.

 

Il prossimo fascicolo de «Il Pensiero» muove una precisa prospettiva teoretica. L’intento che guida questa prospettiva, infatti, non è ‘monumentale’ o storiografico, volto a rianalizzare le varie linee di pensiero che hanno connotato i secoli passati in Italia, bensì teoretico, appunto, volto a mostrare come la ricca tradizione italiana meriti – oggi – di essere reinterrogata e, per certi versi, riattualizzata. Perché non sta alle nostre spalle, ormai consegnata a un tempo remoto e morto, ma, al contrario, ci accompagna, come uno strato sotterraneo vivo, alle nostre radici, che cammina sotto di noi e perciò con noi.

A partire da Gianbattista Vico e con un movimento a ritroso lungo i secoli, si tratterà pertanto incontrare alcuni autori del passato – Tommaso Campanella, Giordano Bruno, Pico della Mirandola, Marsilio Ficino, Niccolò Machiavelli, fino ad arrivare a Dante – per vedere che cosa hanno da dire ancora oggi, a noi, uomini di un presente in cerca di nuove categorie con le quali orientarsi nel complicato mondo contemporaneo. Per riprendere alcuni interrogativi ancora inesauriti e lucidamente posti da alcuni di quegli autori. Ma anche per capire come stare in quella realtà “effettuale”, per dirla con Machiavelli, che ci incalza e, insieme, continuamente ci sfugge.

Forse non è un caso che, da un paio di decenni, proprio il “pensiero italiano” stia tornando a interessare, in misura crescente, il dibattito filosofico, trovando in particolare all’estero – «da fuori» (Esposito) – rinnovati filoni di ricerca. Il pensiero italiano – per il suo carattere costitutivamente «impuro» (Bodei), riverso al di fuori di sé, teso a «navigare il fiume della vita» (Cacciari) e, fino a Vico, a «ritrovare la radice ‘naturale’, sensibile, corporea della parola stessa» (Vitiello), nonché a fare i conti, già da Pico, con l’inquieta, doppia natura dell’uomo – appare, infatti, capace di offrire sollecitazioni feconde, fin qui impensate. Contribuire a individuarle è quanto questo fascicolo si prefigge di fare.

 

Il fascicolo sarà a cura di Enrica Lisciani-Petrini e alcuni tra i contributi tematici saranno scelti tramite Call for Papers.

La proposta di saggi per la pubblicazione deve essere inviata alla redazione della casa editrice in formato elettronico all’indirizzo redazione@inschibbolethedizioni.com. L’articolo deve rispettare le norme redazionali che si trovano in fondo alla presente pagina. Nella mail che accompagna l’articolo gli autori devono dichiarare che il loro testo non è mai stato pubblicato, né simultaneamente sottoposto o già accettato per altre pubblicazioni. I saggi potranno essere in una lingua a scelta tra italiano, inglese, francese, spagnolo, tedesco e di massimo 45000 battute, spazi e note incluse; dovranno, inoltre, essere accompagnati da un abstract di massimo 1500 battute in italiano e in inglese (l’abstract non è richiesto per le recensioni).

Dopo la prima lettura, la redazione invia la proposta di articolo per un esame critico a due lettori anonimi (peer review) per la valutazione dei contributi proposti per la pubblicazione. Gli esiti della valutazione (accettato, rifiutato, proposta di modifica) vengono comunicati in seguito all’autore. Le recensioni saranno valutate dalla redazione senza referaggio.

 

 

Norme redazionali

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Potrebbe interessarti anche
Please reload